Menù Pagine
Facebook
In collaborazione con
Menù Categorie

Finale Concorso “Scintille di Minerva” – Due giorni di festeggiamenti 2015/2016

INVITO Finale Scintille 2016

Il Concorso Letterario “Scintille di Minerva” è ormai giunto al suo epilogo: siamo pronti per conoscere da vicino i finalisti della I edizione e i loro manoscritti.

 

Ecco il programma della “due giorni” di festeggiamenti che si svolgerà a Bologna: siete tutti invitati a partecipare!

 

DOMENICA 4 SETTEMBRE 2016 – ORE 18
Bologna – Grand Hotel Majestic “Già Baglioni”, sala Rinascimento

All’interno delle note “Serate d’Autore a 5 Stelle” del prestigioso e storico Grand Hotel bolognese, una serata di musica, letture teatrali e intrattenimento per celebrare i giovani finalisti del concorso letterario “Scintille di Minerva”.

L’evento sarà presentato da Maurelia Carafa giornalista e conduttrice del GR di Radio Rai e dal noto attore bolognese Giorgio Comaschi, il tutto unitamente ai talenti musicali dell’Orchestra Senzaspine del Conservatorio “G.B. Martini” (deliziatevi con la loro musica clicando qui) e alla giovane promessa della musica italiana Emanuele Fasano, 20 anni, che ha conquistato il web grazie a una sua recente performance al pianoforte nella stazione centrale di Milano, notata casualmente da un apprezzato regista italiano, che con il cellulare ha ripreso e postato sul proprio profilo FB, ottenendo in poche ore tantissime condivisioni e likes e raggiungendo ad oggi i 5 milioni di visualizzazioni (questo uno dei link dedicati a lui: cliccate qui).

Al raggiungimento della capacità massima, non sarà più possibile accogliere i gentili ospiti.

 

LUNEDÌ 5 SETTEMBRE 2016 – ORE 15:30
Bologna – “Farete” di Unindustria, sala Opera dei pad. 15-18 di BolognaFiere

Presso la Sala Opera dei padiglioni 15-18 di BolognaFiere avrà luogo la cerimonia di premiazione della I edizione del Concorso.

Il vincitore sarà proclamato dal dott. Alberto Vacchi, presidente di Unindustria Bologna, alla presenza dell’imprenditore Alessandro Benetton e della “Giuria di Autorità”, composta da:

Francesco Vidotto, giovane scrittore di successo (Mondadori) e presidente di giuria;
Giacomo Battara, scrittore e direttore della collana “Narrativa di Minerva”;
Fabrizio Binacchi, giornalista e direttore Rai Regione Emilia-Romagna;
Vito Cioce, giornalista, autore e conduttore di Radio Uno;
Italo Cucci, giornalista e scrittore sportivo;
Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori;
Gian Maria Fara, sociologo e presidente Eurispes;
Romano Montroni, libraio e presidente del Centro per il libro e la cultura;
Paolo Pirovano, segretario nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Italiani;
Roberto Riccardi, scrittore giallista e responsabile editoriale dell’Arma dei Carabinieri;
Paola Vinciguerra, scrittrice e psicoterapeuta.

 

I due manoscritti vincitori, uno per le scuole italiane e l’altro per le scuole italiane all’estero, saranno premiati con la pubblicazione dell’opera in cartaceo e in formato eBook nella collana editoriale delle edizioni MINERVA denominata “Scintille”. La scuola dello studente vincitore, inoltre, si aggiudicherà un “premio speciale” e riteniamo di grande utilità: un bancale di carta da fotocopie nei formati A4 e A3 poiché i libri si scrivono e si stampano su carta e le scuole ben sappiamo quanto abbiano bisogno di carta. I manoscritti che invece si posizioneranno al secondo e al terzo posto per le scuole italiane saranno premiati con la pubblicazione del testo nella sola edizione digitale.

 

Ho pensato e creato questo concorso letterario per dedicarlo a tutti quei giovani neo scrittori con – alle spalle – una solida preparazione scolastica e un vero talento per la scrittura,che altrimenti difficilmente avrebbero trovato una giusta realizzazione. La mia casa editrice MINERVA, che da oltre 27 anni opera in editoria con un proprio marchio oramai noto a livello nazionale, ha deciso di credere e investire in questi giovani promettenti. In tutti quei ragazzi e ragazze con talento nella letteratura e che, invece di annebbiarsi la mente e gli occhi con giochi elettronici e sui social, passano una parte importante del loro tempo a scrivere storie che hanno la qualità di essere lette non solo dai loro coetanei, ma da tutti.

Roberto Mugavero,
editore di MINERVA